pulire-gli-infissi

Pulire gli infissi in alluminio

in Manutenzione

L’alluminio è un metallo che richiede una manutenzione minima e mantiene inalterate le sue qualità nel tempo.
Tuttavia gli infissi in alluminio delle nostre porte e finestre sono costantemente esposti alla polvere: sia perché si trovano a contatto con sorgenti di calore, come i caloriferi, che spostano aria calda verso l’alto, sia perché sono in comunicazione con l’ambiente esterno.

Pulire gli infissi in alluminio: cosa avere a portata di mano

  • Una bacinella con acqua pulita
  • Detergente solido o liquido neutro
  • 2 Panni morbidi
  • Spugna o pannospugna

Consigliamo di non utilizzare né detergenti acidi, che potrebbero intaccare il metallo, né pagliette di ferro, che possono essere efficaci per rimuovere eventuali macchie o corpi esterni, ma potrebbero graffiare l’alluminio. Per ottenere un buon risultato con il mimino sforzo consigliamo di seguire questi semplici step.

Step 1

Scegli un panno morbido che non perda pelucchi. Inumidisci il panno con l’acqua pulita della bacinella e passalo direttamente sugli infissi. In questo modo toglieremo lo sporco superficiale, senza lasciare tracce e senza graffiare il metallo: il passo successivo sarà più facile e veloce.

Step 2

Aggiungi nella bacinella qualche goccia di detergente liquido neutro e agita leggermente fino a creare una soluzione uniforme. Inumidisci la spugna e passala sugli infissi, avendo cura di osservare l’eventuale presenza di prodotto in eccesso, che andrà rimosso. In alternativa, è possibile usare come detergente delle scaglie di sapone di Marsiglia o del bicarbonato di sodio, in entrambi i casi utilizzando acqua tiepida.

Step 3

Passa il panno umido sugli infissi, con un movimento dall’alto verso il basso. Questo sistema evita che l’acqua sporca o insaponata vada a finire nelle zone appena pulite.

Step 4

Prendete il secondo panno morbido, quello rimasto asciutto, e asciugate con cura, per evitare che si formino degli aloni.

E se rimangono delle macchie?

Per prevenire la formazione di macchie, è opportuno pulire gli infissi due volte all’anno; ma se la zona dove viviamo è costiera oppure particolarmente esposta allo smog, occorrerà procedere a pulizie più frequenti. Questo semplice accorgimento dovrebbe evitare il formarsi di macchie.

Ma se, nonostante tutta la nostra attenzione, si dovessero formare delle macchie può essere opportuno rimuoverle utilizzando un detergente ad ammoniaca miscelato con acqua. Dopo aver indossato dei guanti in lattice, inumidisci una spugna e applica il detergente sulla macchia facendo movimenti delicati e circolari. Poi pulisci con un panno umido e asciuga con un panno morbido.

Se la macchia è stata provocata da solventi o da pittura, è consigliabile pulire gli infissi con una spugna inumidita in acqua e alcool medicinale. In caso di macchie particolarmente resistenti può essere utile utilizzare la cera d’api, che ci consente di agire sulla macchia senza rischio di graffiare l’alluminio.

Topics:
Torna Su