Termosifone alluminio

Proteggiamoci dal freddo con i termosifoni in alluminio

in Risparmio energetico

L’inverno è arrivato, le temperature sono drasticamente diminuite e i termosifoni nelle nostre case sono entrati in uso. Attribuire la giusta importanza a questi elementi è fondamentale se si vuole puntare ad un effettivo risparmio energetico a livello domestico. L’obiettivo è quello di assicurare il massimo comfort ambientale con una spesa contenuta.

D’altra parte, il loro funzionamento è semplice: propagare il calore generato dall’acqua che scorre all’interno e che viene riscaldata dalla caldaia. Però, la capacità di riscaldare gli ambienti in tempi ragionevoli e mantenerli ad una temperatura costante dipende da diversi fattori. Quali?

L’esposizione dell’edificio, la temperatura media esterna, il numero di radiatori installati e il materiale di costruzione dei termosifoni.

Scopriamo quali sono i pro e i contro dei termosifoni in alluminio e perché sceglierli.

Termosifoni in alluminio: una scelta ecologica

Veloce emanazione di calore, basso consumo energetico e design moderno sono solo alcuni dei vantaggi dei moderni termosifoni in alluminio.

Quali sono i pro del loro utilizzo?

  1. I radiatori in alluminio sono molto più leggeri e meno ingombranti dei tradizionali termosifoni, permettendo la progettazione di un design elegante;
  2. Si montano più facilmente;
  3. Si scaldano con maggiore rapidità, consentendo di ottenere un ambiente caldo in pochi minuti e una sensazione istantanea di comfort;
  4. Hanno un costo contenuto;
  5. Possono essere installati su pareti molto leggere;
  6. Risultano più moderni e si adattano agli appartamenti arredati con un design innovativo;
  7. Sono eco-sostenibili, l’alluminio essendo totalmente riciclabile, è producibile con un ridotto impatto ambientale.

E i contro?

  1. I termosifoni in alluminio hanno il difetto di trasmettere i rumori e le vibrazioni dell’acqua in circolo. Il rumore durante il raffreddamento o il riscaldamento deriva dalle forti variazioni di temperatura. Si elimina però grazie ad appositi sistemi, come quello a pressione.
  2. Indispensabile per questi radiatori è il controllo idrico: il pH non deve essere alcalino sennò potrebbero insorgere problemi di corrosione interna.
  3. Come materiale è più tenero dell’acciaio, ciò significa che si può graffiare o danneggiare più facilmente. Spesso per ovviare a tale problema si attua un processo di laccatura o si tenta di rendere la superficie più resistente ai graffi.

L’importante per l’utilizzo di questi moderni termosifoni è che l’impianto abbia una buona tenuta e che non si utilizzino tubi di plastica che fanno penetrare l’ossigeno, senza presentare problemi.

Torna Su